• Unione Province del Friuli Venezia Giulia
  • Unione Province del Friuli Venezia Giulia
  • Unione Province del Friuli Venezia Giulia
  • Unione Province del Friuli Venezia Giulia

Convocazioni

Non ci sono eventi al momento.

“Le Province – Operazione verità. Il caso del Friuli Venezia Giulia” a caura di Giuseppe Bortolussi

Il volume può essere chiesto
alla Segreteria dell’UPI FVG

Abolizione Province in Fvg un duro colpo per la rappresentatività della Comunità Slovena in Italia PDF Stampa E-mail

Presidente del Consiglio Provinciale di TriesteMaurizio VidaliChi vivrà vedrà In autunno un referendum deciderà se abolire le province in Italia nel fvg probabilmente verranno eliminate oggi è le conseguenze le pagheremo nel tempo con più costi e meno servizi per i cittadini penso sopratutto a strade e scuole Spiace constatare infine che il governo sloveno non ha fatto praticamente niente per difendere un ente che ha fatto molto per gli Sloveni in Italia Quindi meno rappresentatività e meno tutela della comunità slovena in Italia oltre al fatto che come ente di area vasta la provincia svolgeva funzioni di equilibrio tra il comune di Trieste e i comuni minori della provincia di TriesteQuesti sono solo 2 esempi a chi dice che con la soppressione delle province il livello di tutela previsto dalla legge 38 /2001 rimane invariato.

Leggi tutto...
 
Statuto, Fontanini sul voto della Camera, “Umiliata l’identità del Friuli” PDF Stampa E-mail

“Il danno è grande. Trieste trova una nuova istituzione, la città metropolitana mentre, dall’altra parte, il Friuli non ha più un ente che lo rappresenta poiché viene massacrato in tante piccole e ancora confuse realtà. Un confronto impari che vedrà il Friuli sempre più affossato e l’area giuliana nettamente favorita. Come se non bastasse, ad aggravare questa frammentazione amministrativa e identitaria il progressivo accentramento di ogni potere in mano alla Regione, a Trieste, organismo che, all’origine, doveva occuparsi di legiferare, programmare e controllare, ora si troverà a gestire anche una notevole mole di istruttorie e iter burocratici. Alla faccia della semplificazione. Non è questa la nostra storia, la storia di una Regione che ha valorizzato i territori, le singole comunità”.

Leggi tutto...
 
Siglato accordo sul personale di staff che delinea con chiarezza la futura destinazione dei collaboratori, superando ogni incertezza PDF Stampa E-mail

“Esprimo soddisfazione per questa intesa, sollecitata e fortemente voluta dall’Unione delle Province del Friuli Venezia Giulia che riguarda il personale di staff e che delinea con chiarezza la futura destinazione dei collaboratori, superando ogni incertezza”. E’ il commento della Presidente regionale  dell’Unione delle Province Maria Teresa Bassa Poropat  alla sigla dell’Accordo sottoscritto oggi fra le parti datoriali (Amministrazione regionale, Anci, UPI e Uncem) e le rappresentanze delle Organizzazioni Sindacali del comparto unico del pubblico impiego regionale e locale (CGIL, CISL, UIL, UGL e Cisal), avente ad oggetto “Riordino del sistema Regione-Autonomie locali nel Friuli Venezia Giulia. Personale di staff delle Province”.

Leggi tutto...
 
UPI-FVG: da domani 1° giugno, le funzioni di Polizia Provinciale e di vigilanza ittica e venatoria alla Regione PDF Stampa E-mail

Da domani, 1° giugno, 87 dipendenti delle Province che svolgono funzioni di vigilanza ambientale, forestale, ittica, venatoria e di caccia e pesca, saranno trasferiti in Regione così come dispone la legge regionale 3/2016. Si tratta di un patrimonio di professionalità che, secondo l’Unione delle Province del Friuli Venezia Giulia, deve restare a disposizione del territorio di appartenenza perché si tratta di risorse fondamentali ai fini del mantenimento della qualità dei servizi. Con il personale transitano alla Regione Friuli Venezia Giulia anche i beni immobili essenziali per l’esercizio delle funzioni trasferite, i beni mobili, gli automezzi e tutti i rapporti giuridici attivi e passivi. Le modalità del trasferimento delle funzioni sono contenute nei piani di subentro, approvati prima dai Consigli provinciali delle quattro amministrazioni, e poi oggetto di un’intesa sottoscritta con l’Assessore regionale alle Autonomie locali lo scorso 24 maggio. 85 sono i dipendenti a tempo indeterminato interessati dal trasferimento (10 da Gorizia, 8 da Trieste, 29 da Pordenone, 38 da Udine) e due i dirigenti (uno di Pordenone ed uno di Udine).

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 52
Le Province per

sport

cultura

istruzione

ambiente

Nel rispetto della Direttiva 2009/136/CE, continuando a navigare nel sito si accetta l'utilizzo dei cookies. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information